TARI QUOTA VARIABILE PERTINENZE: I CHIARIMENTI DEL MEF

 

TARI: CHIARIMENTI DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

 

Il ministero esclude la possibilità di applicare la quota variabile alle pertinenze in modo separato rispetto all’abitazione. Il decreto del Presidente della Repubblica n. 158 del 1999, che disciplina le procedure di calcolo della quota variabile delle tariffe per le abitazioni, stabilisce infatti che questa vanno calcolata in riferimento alla singola utenza.

 

I comuni, quindi devono applicare la parte variabile una sola volta.

 

Regola Generale :  “la parte variabile della tariffa va computata solo una volta, considerando l’intera superficie dell’utenza composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze situate nello stesso comune”.