IMU 2013

Dom, 16/06/2013 - Lun, 16/06/2014

IMU 2013
 
Con il D.L. 21 maggio 2013, n. 54 E’ STATO SOSPESO IL VERSAMENTO DELLA PRIMA
RATA DELL’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) per le seguenti categorie di immobili:
a) abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
b) unita' immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprieta' indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonche' alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli
enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalita' degli IACP, istituiti in attuazione dell'articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n.616;
c) terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all'articolo 13, commi 4, 5 e 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni.
 
CON IL DL  N. 102/2013 E' STATO STABILITO CHE

  • " Per l'anno 2013 non e' dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, relativa agli immobili di cui all'articolo 1, comma 1, del decreto-legge 21 maggio 2013, n. 54, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 luglio 2013, n. 85."
  • " Per l'anno 2013 non e' dovuta la seconda rata dell'imposta municipale propria relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati. Per il medesimo anno l'imposta municipale propria resta dovuta fino al 30 giugno"
  • "Non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione della disciplina in materia di IMU concernente l'abitazione principale e le relative pertinenze, a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unita' immobiliare, purche' il fabbricato non sia censito nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9, che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonche' dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia. Per l'anno 2013, la disposizione di cui al primo periodo si applica a decorrere dal 1° luglio"

 
CON DECRETO LEGGE  N. 33 / 2013 IN VIGORE DAL 30.11.2013 E' STATO STABILITO CHE:
Per l'anno 2013 non e' dovuta la seconda rata dell'imposta municipale propria per:
a) abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
b) unita' immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprieta' indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonche' alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli
enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalita' degli IACP, istituiti in attuazione dell'articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n.616;
c) la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale
d)l' immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unita' immobiliare,  non censito nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9, che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonche' dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia.

d) i terreni agricoli, nonche' quelli non coltivati, di cui all'articolo 13, comma 5, del decreto-legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola;
e) i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011.

 
MINI IMU
L'ESENZIONE E' PREVISTA PER L'ALIQUOTA BASE DEL 4 PER MILLE PER L'ABITAZIONE PRINCIPALE ED ASSIMILATI - DEL 7,6 PER MILLE PER I TERRENI AGRICOLI - DEL 2 PER MILLE PER I FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
L'eventuale differenza tra l'ammontare dell'imposta municipale propria risultante dall'applicazione dell'aliquota  di cui al paragrafo precedente ( e relative detrazioni )  e quella risultante dell'applicazione dell'aliquota e delle detrazioni deliberate o confermate dal comune per l'anno 2013  e' versata dal contribuente, in misura pari al 40 per cento, ENTRO IL 24 GENNAIO 2014
 
LE ALIQUOTE DELIBERATE DAL COMUNE DI VIADANA PER L'ANNO 2013 - AI SENSI DELLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 50 DEL 11.07.2013 - SONO LE SEGUENTI:
 

  • Aliquota di base dell’imposta:  8,6 per mille 
  • Aliquota ridotta per abitazione principale: 5 per mille
  • Aliquota per il fabbricati rurali ad uso strumentalE:  2 per mille
  • Aliquota Terreni: 9 per mille
  • Aliquota Fabbricati D/8: 9 per mille
  • Aliquota fabbricati ad uso abitativo non adibiti ad abitazione principale – censite nelle categorie catastali da A/1 ad A/9 : 9,3 per mille
  • Aliquota fabbricati A/10 o comunque destinanti ad studi – uffici – ambulatorio privati; 9,3 per mille;
  • Aliquota Immobili Sfitti: 9,5 per mille
  • Aliquota Immobili concessi in uso gratuito ai parenti in linea retta entro il primo grado che vi risiedono e dimorano abitualmente e relative pertinenze (nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/6: 8,6 per mille
  • Aliquota Fabbricati inutilizzati di proprietà di impresa costruttrice, costruiti e destinati alla vendita da parte dell’impresa stessa, che per un periodo di 3 anni dalla data di ultimazione lavori ( o accatastamento se precedente )  risultano invenduti e non locati/comodati:8,6 per mille;
  • Aliquota Aree Edificabili: 9,5 per mille
  • Aliquota immobili D/5 o comunque destinati ad uso Istituto di Credito:10,6 per mille
  • Aliquota immobili destinati ad uso case da gioco: 10,60 per mille

 
detrazione abitazione principale  e relative pertinenze: euro 200, fino a concorrenza dell’imposta dovuta.
Alla detrazione in questione si detraggono ulteriori € 50,00 per ogni figlio di età non superiore ai 26 anni, purché risieda e dimori abitualmente nell’abitazione principale L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare € 400,00;”
 
In caso di insufficiente versamento della seconda rata 2013, la differenza può essere versata entro il 16 giugno 2014, senza sanzioni e interessi, in base all'articolo 1, comma 728, Legge di stabilità per l'anno 2014
 
CALCOLO AUTOMATICO IMU 2013 - 16.12.2013/16.06.2014 - IMU ORDINARIA
CALCOLO AUTOMATICO MINI IMU - 24.01.2014 
 
VISURE AREE EDIFICABILI ( Istruzioni per consultazione / stampa visure aree edificabili )
 
INFO : TEL 0375.786211 ( Dott.ssa Nadia Mori )
           FAX 0375.82854
           MAIL: n.mori@comune.viadana.mn.it
 

Ufficio: 
Tributi