AVVISO SELEZIONE PUBBLICA

Giov, 16/02/2017 - Giov, 02/03/2017

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n. 80 del 15/2/2017

Visto il Decreto Legislativo 18/8/2000 n. 267;

Visto il D.Lgs. 11/4/2006 n. 198;

Visto lo Statuto comunale;

Visto il Regolamento Comunale sulle modalità di reclutamento del personale approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 120 del 7 giugno 2004 e successive modifiche e integrazioni;

                                        SI RENDE NOTO

che è indetta una selezione pubblica per esame per la formazione di una graduatoria finalizzata ad assunzioni a tempo determinato nel profilo professionale di “Istruttore Amministrativo” – Categoria C - Posizione Economica C1.

Il Comune garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro, ai sensi del D.Lgs.n.198 del 11/4/2006 e dell’art. 57 del D.Lgs. n30.3.2001, n. 165 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”.

Il trattamento economico che sarà attribuito è quello previsto dalla normativa contrattuale vigente per il Personale degli Enti Locali (Categoria C - Posizione Economica C1) che alla data odierna è composto dai seguenti emolumenti annui, al lordo delle ritenute di legge:

  1. stipendio tabellare annuo lordo                                       €uro  19.454,16
  2. 13^ mensilità                                                                  €uro    1.621,18
  3. indennità di comparto annua                                           €uro       549,60
  4. assegno per il nucleo familiare (se e in quanto dovuto per legge) e altri assegni o indennità afferenti il profilo professionale in argomento previsti dalla legge e/o dalla contrattazione collettiva nazionale e decentrata.

Detti compensi sono soggetti alle trattenute assistenziali, previdenziali ed erariali di legge.

REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

Per essere ammessi alla selezione, gli aspiranti devono possedere, a pena di esclusione, i seguenti requisiti:

1. essere:

  • Cittadino italiano. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica.
  • Cittadino di uno degli Stati appartenenti all’Unione Europea e loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • Cittadini degli Stati non appartenenti all’Unione europea che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • Titolari dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria;

I cittadini dell’Unione Europea e di Paesi terzi devono peraltro godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, avere adeguata conoscenza della lingua italiana (D.P.C.M. 7 febbraio 1994 n. 174) ed essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica.

2. età non inferiore ad anni 18, ai sensi dell’art. 3 del vigente Regolamento comunale sulle modalità di reclutamento del personale;

3. godimento dei diritti civili e politici;

4. assenza di condanne penali che rendono impossibile, secondo le norme vigenti, l’assunzione presso una Pubblica Amministrazione. Salvo i casi stabiliti dalla legge per alcune tipologie di reati che escludono l’ammissibilità all’impiego, l’Amministrazione Comunale si riserva di valutare a proprio insindacabile giudizio l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo di reato, dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro da ricoprire;

5. non essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una Pubblica Amministrazione o a seguito di inadempienze contrattuali ovvero per avere conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;

6. non essere stati dichiarati decaduti dal pubblico impiego ai sensi dell’art. 127 del D.P.R. n. 3/1957;

7. regolarità di posizione nei confronti degli obblighi di leva, limitatamente ai cittadini italiani di sesso maschile e nati entro il  31/12/1985;

8. idoneità fisica alle mansioni da svolgere che potrà essere accertata dal competente organo sanitario, al quale è esclusivamente riservato tale giudizio;

9. essere in possesso del seguente titolo di studio: Diploma di scuola media superiore della durata quinquennale.

Tutti i titoli di studio indicati devono essere rilasciati da Istituti riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico dello Stato italiano.

Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto al titolo di studio richiesto dal presente avviso di selezione, così come previsto dall’art.38 del D.Lgs.165 del 30.3.2001. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa.

Tutti i requisiti prescritti per l’ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione, a pena di esclusione, e devono permanere anche al momento dell’assunzione.

Il difetto dei requisiti prescritti, accertato nel corso della selezione, comporta l’esclusione dalla selezione stessa e costituisce causa di risoluzione del rapporto di lavoro, ove già instaurato.

PRESENTAZIONE DOMANDA DI AMMISSIONE, TERMINI E MODALITA’

Per l’ammissione alla selezione gli interessati dovranno presentare domanda, redatta in carta semplice secondo lo schema allegato al presente avviso (Allegato A), al Comune di Viadana –Piazza Matteotti 2 - cap 46019 -, entro e non oltre le ore 12 del giorno di giovedì 2 marzo 2017, pena l’esclusione dalla selezione stessa. Ove tale termine scada in giorno festivo, deve intendersi prorogato automaticamente al primo giorno non festivo.

La domanda di ammissione alla selezione dovrà essere debitamente sottoscritta, a pena di nullità della stessa. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, la firma non deve essere autenticata.

La domanda può essere presentata, entro il termine perentorio sopraindicato, con una delle seguenti modalità:

- a mano, presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico (URP)-Sportello Servizi del Comune di Viadana, Piazza Matteotti 6, negli orari di apertura al pubblico (dal Lunedì al Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30- Martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00- Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 18.00);

- a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata al Comune di Viadana- Piazza Matteotti 2- con l’indicazione sulla busta” Assunzioni a termine presso Comune di Viadana”. La domanda dovrà essere spedita entro il termine perentorio sopraindicato, facendo fede, a tal fine, il timbro a data dell’ufficio postale accettante e dovrà, comunque, pervenire entro e non oltre cinque giorni dalla data di scadenza dell’avviso, pena l’esclusione dalla selezione.

- a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), unicamente per i candidati in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata personale, inviata al seguente indirizzo: urp@pec.comune.viadana.mn.it riportando nell’oggetto l’indicazione “Domanda Selezione pubblica per assunzione a tempo determinato di Istruttore Amministrativo” ed allegando la scansione in formato PDF dell’originale della domanda debitamente compilata e sottoscritta dal candidato con firma autografa, unitamente alla scansione  dell’originale di un valido documento di identità.

- a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), unicamente per i candidati in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata personale, inviata al seguente indirizzo: urp@pec.comune.viadana.mn.it riportando nell’oggetto l’indicazione “Domanda Selezione pubblica per assunzione a tempo determinato di Istruttore Amministrativo” ed allegando la domanda debitamente compilata e sottoscritta dal candidato con firma digitale.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la mancata, inesatta o incompleta ricezione della domanda dovuta a inesatte indicazioni del recapito oppure a mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda da parte del candidato o a disguidi postali o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDA

Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare sotto la propria personale responsabilità, ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n.445, consapevoli delle sanzioni penali previste dall’ art.76 del medesimo decreto per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci:

a) il cognome, il nome, la data ed il luogo di nascita, il codice fiscale;

b) il possesso della cittadinanza italiana ovvero di trovarsi in una delle situazioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. n. 165 del 30.3.2001, come modificato dall’art. 7 della Legge n. 97 del 6.8.2013 (cfr. punto 1) dei “Requisiti per l’ammissione alla selezione”);

c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;

d) di essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva, limitatamente ai cittadini soggetti a tale obbligo;

e) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver subito condanne penali che impediscano, secondo le norme vigenti, l’instaurazione del rapporto di pubblico impiego;

f) gli eventuali carichi pendenti (procedimenti penali in corso di istruzione o pendenti per il giudizio) ovvero di non avere carichi pendenti;

g) l’idoneità fisica all’impiego;

h) di non essere stato licenziato per persistente insufficiente rendimento da una Pubblica Amministrazione o a seguito di inadempienze contrattuali ovvero per avere conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;

i) di non essere stato dichiarato decaduto dal pubblico impiego ai sensi dell’art. 127 del D.P.R. n. 3/1957;

l) il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito e dell’istituto che lo ha rilasciato;

m) la residenza, il recapito telefonico e l’eventuale altro recapito cui indirizzare tutte le comunicazioni relative alla selezione, l’indirizzo mail, l’indirizzo pec, impegnandosi a comunicare per iscritto qualsiasi variazione, sollevando l’ Amministrazione Comunale da ogni responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario;

n) l’eventuale possesso dei requisiti che danno diritto alla preferenza o precedenza o alla riserva. La mancata dichiarazione esclude il concorrente dal beneficio;

o) l’accettazione senza riserve di quanto previsto dal presente bando;

p) di avere conoscenze dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

q) il consenso al trattamento e all’ utilizzo dei dati personali secondo quanto stabilito dalla vigente normativa in materia di tutela della privacy;

r) di scegliere, ai fini del colloquio, la lingua straniera tra inglese e francese

Il candidato, nella stessa domanda di partecipazione, deve indicare gli ausili necessari allo svolgimento delle prove d’esame in relazione alla disabilità posseduto e l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi (art. 20, Legge n. 104 del 5.2.1992). A tal fine, al momento della prova stessa, il candidato dovrà produrre idonea documentazione rilasciata dall’ASL di appartenenza che consenta di quantificare il tempo aggiuntivo ritenuto necessario.

La dichiarazione generica del possesso dei requisiti sopraindicati non è ritenuta valida.

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Alla domanda di partecipazione alla selezione il candidato dovrà allegare, pena l’esclusione dalla stessa, copia semplice di un documento di identità personale in corso di validità.

COMUNICAZIONI AI CANDIDATI

Le comunicazioni ai candidati, salvo che non sia diversamente specificato nel presente bando, sono fornite esclusivamente tramite il sito istituzionale del Comune di Viadana www.comune.viadana.mn.it, nella sezione Concorsi- Bandi. Le pubblicazioni sul sito hanno valore di notifica a tutti gli effetti.

L’elenco dei candidati ammessi alla selezione sarà pubblicato, oltre che sul sito internet del Comune alla voce concorsi- bandi, anche all’Albo Pretorio on line, almeno quindici giorni prima della data della prova d’esame.

AMMISSIONE ED ESCLUSIONE DEI CANDIDATI

E REGOLARIZZAZIONE DELLE DOMANDE

L’Amministrazione ammetterà con riserva alla prova selettiva tutti i candidati le cui domande di partecipazione non presentino irregolarità non sanabili.

Sono considerate IRREGOLARITA’ NON SANABILI, che comportano l’esclusione dalla procedura selettiva, quelle di seguito elencate:

  • mancata indicazione nella domanda di ammissione delle generalità, della residenza e/o del recapito, per cui non sia possibile identificare il candidato;
  • presentazione della domanda oltre i termini previsti dal presente bando;
  • mancata sottoscrizione (firma completa di nome e cognome).
  • qualsiasi altra omissione o irregolarità, per la quale è prevista dal presente avviso, l’esclusione dalla selezione.

Le eventuali irregolarità sanabili della domanda di ammissione dovranno essere regolarizzate entro un termine non inferiore a due giorni dal ricevimento della comunicazione, pena la esclusione dalla selezione.

I candidati in difetto dei requisiti di accesso prescritti dal presente bando verranno esclusi. Il provvedimento di esclusione dalla selezione sarà adottato dal Responsabile del procedimento.

PROVA D’ ESAME

La selezione sarà espletata da una commissione esaminatrice composta da tre membri (un Presidente e due membri esperti), nominata dal Dirigente responsabile dell’U.O. Personale.

La prova  d’esame consisterà in un colloquio che verterà sui seguenti argomenti:

  • Nozioni di diritto costituzionale e amministrativo – nozioni di diritto penale con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione; - ordinamento degli enti locali - norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi - norme in materia di semplificazione amministrativa (DPR 445/2000 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) – norme in materia di protezione dei dati personali - norme sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche – normativa in materia di prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità e obblighi di pubblicità e trasparenza nella pubblica amministrazione - normativa in materia di acquisizioni di lavori, forniture e servizi;
  • Conoscenza di una lingua straniera (a scelta del candidato fra inglese e francese);
  • Conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse

Per la valutazione della prova la Commissione ha a disposizione 30 punti. Il colloquio si intende superato con una votazione di almeno 21/30.

DIARIO DELLA PROVA

Il colloquio avrà luogo il giorno 8 marzo 2017 con inizio alle ore 9.00 presso la sede del Comune di Viadana- Piazza Matteotti 2 - Ingresso in Via Grossi.

Gli aspiranti non esclusi dalla selezione dovranno presentarsi nel giorno, ora e luogo anzidetti per sostenere la prova, senza alcun ulteriore preavviso od invito, munito di idoneo documento di identificazione personale, previsto dalle norme vigenti.

L’eventuale modifica della data e/o della sede delle prove sarà comunicata mediante avviso sul sito internet del Comune di Viadana con un preavviso di almeno 3 giorni rispetto alla data sopra indicata.

I candidati che non si presenteranno nel giorno, ora e sede stabiliti per la prova d’esame saranno considerati rinunciatari alla selezione anche se la mancata presenza fosse dipendente da causa di forza maggiore.

RISERVA DI POSTI E PREFERENZE A PARITA’ DI MERITO

Nella selezione è prevista l’applicazione della precedenza a favore degli appartenenti alle categorie protette di cui all’art. 18, comma 2, della Legge n. 68/99, purchè inseriti negli appositi elenchi istituiti presso i competenti uffici provinciali del lavoro e della massima occupazione e in possesso dei requisiti prescritti per l’ammissione. Tale precedenza sarà applicata fino a che l’ente si troverà nelle condizioni di scopertura rispetto al numero d’obbligo di dipendenti appartenenti alla suddetta categoria

Il presente avviso è emanato ai sensi del D.Lgs. 15.3.2010 n. 66 e successive modifiche e integrazioni in materia di riserva dei posti a favore dei volontari in ferma breve o prefissata delle Forze Armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, dei volontari in servizio permanente nonché degli ufficiali di complemento in ferma biennale e degli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta. Ai sensi dell’art. 1014, comma 4, e dell’art. 678, comma 9, del citato decreto n. 66/2010 la riserva per i volontari delle Forze Armate si applica a scorrimento della graduatoria.

Sono altresì applicate le precedenze di cui all’ art. 5- comma 3- del DPR n.487/94.

Qualora tra i concorrenti dichiarati idonei nella graduatoria di merito ve ne siano alcuni appartenenti a più categorie che danno titolo a differenti riserve di posti, si tiene conto prima del titolo che dà diritto ad una maggiore riserva nell’ordine e nel rispetto delle condizioni previste dalla normativa vigente.

A parità di merito, si applicano le preferenze riportate nello schema allegato al presente bando (Allegato B) secondo l’ordine indicato nell’art. 5, comma 4, del D.P.R. 487/94 e successive modifiche e integrazioni. Qualora sussistano ulteriori parità dopo l’applicazione delle suddette norme, è preferito il candidato più giovane di età, come previsto dall’art. 2 comma 9 della Legge n. 191/98.

I candidati, all’atto dell’assunzione, dovranno produrre i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di precedenza/riserva e preferenza dichiarati nella domanda di ammissione alla selezione, ai sensi dell’art. 46 della dichiarazione sostitutiva di certificazione, ad eccezione di quelli rilasciati da pubbliche amministrazioni, rispetto ai quali ne curerà l’acquisizione il Comune di Viadana. In caso di mancato adempimento, il candidato decade dal diritto di iscrizione nella graduatoria.

FORMAZIONE GRADUATORIA

A conclusione delle operazioni di selezione, la Commissione Giudicatrice redige una graduatoria di merito secondo l’ordine decrescente di punteggio, determinato sulla base della votazione riportata da ciascun candidato, con l’osservanza, a parità di punteggio, degli eventuali titoli che danno diritto a preferenze secondo l’ordine indicato nell’art. 5, comma 4, del D.P.R. 487/94 e successive modifiche e integrazioni. Qualora sussistano ulteriori parità dopo l’applicazione delle suddette norme, è preferito il candidato più giovane di età, come previsto dall’art. 2 comma 9 della Legge n. 191/98.

La graduatoria, approvata con Determinazione del Dirigente Area Amministrativa- Unità Operativa Personale, è immediatamente efficace e viene pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per quindici giorni consecutivi, nonché sul sito internet del Comune (www.comune.viadana.mn.it). Tale pubblicazione vale quale comunicazione dell’esito del procedimento agli interessati.

Dalla data di pubblicazione decorrerà il termine per eventuali impugnative da effettuarsi entro 60 giorni al Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia- Sezione di Brescia o, in alternativa, entro 120 giorni al Capo dello Stato.

La graduatoria rimane valida ed utilizzabile per un termine di tre anni dalla data della sua approvazione, salvo eventuali proroghe previste da disposizioni di legge.

UTILIZZO DELLA GRADUATORIA

La graduatoria sarà utilizzata per le assunzioni a tempo determinato, in regime di full-time o part-time, che si renderanno necessarie di volta in volta per la sostituzione del personale di pari categoria contrattuale e profilo professionale corrispondenti a quello del posto oggetto del presente bando e/o per esigenze temporanee e straordinarie di servizio.

Le chiamate per l’assunzione a termine verranno fatte dall’ Ufficio Personale di questo Comune telefonicamente o con telegramma, in relazione alle diverse esigenze di servizio che si presenteranno, attraverso lo scorrimento della graduatoria.

Il candidato può rinunciare all’assunzione per motivi di legittimo impedimento documentato adeguatamente, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, gravidanza, malattia od iscrizione a corsi di studio con obbligo di frequenza o similari.

L’indisponibilità manifestata da un candidato per tre volte, senza giustificato motivo, comporterà l’esclusione dalla graduatoria.

MODALITA’ DI ASSUNZIONE

Le assunzioni sono subordinate al rispetto da parte dell’Amministrazione dei vincoli normativi, contrattuali o finanziari che risulteranno vigenti, senza che i concorrenti idonei possano vantare diritti nei confronti della stessa Amministrazione.

La costituzione del rapporto di lavoro con il candidato idoneo avverrà in base all’art. 14 del CCNL del Comparto Enti Locali sottoscritto in data 6/7/1995 e successive modifiche.

Elemento costitutivo essenziale per la stipulazione del contratto è l’idoneità fisica alla mansione specifica per cui il candidato ha concorso, che deve essere accertata dal medico competente. Il candidato vincitore verrà avviato a visita medica presso il medico competente del Comune di Viadana per gli accertamenti preventivi intesi a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui l’interessato è destinato, ai fini della valutazione dell’idoneità fisica all’impiego e alle mansioni specifiche del profilo professionale, ai sensi del D.Lgs. 81/2008.

Il candidato, all’atto della stipulazione del contratto di lavoro, dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art.53 del D.Lgs 165/2001 e dall’ art.1 comma 60 L. 662/96. In caso contrario dovrà essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova amministrazione.

I rapporti a termine avranno una durata strettamente legata alle esigenze che li hanno determinati e non daranno diritto alcuno all’assunzione in ruolo.

I candidati dichiarati idonei, in caso d’urgenza, potranno essere invitati ad assumere servizio, nel rispetto della graduatoria, in via provvisoria sotto riserva di accertamento del possesso dei requisiti richiesti per l’accesso al pubblico impiego.

L’accertamento della non veridicità dei requisiti prescritti comporterà l’immediata cancellazione del candidato dalla graduatoria con perdita conseguente di ogni diritto ad assunzioni successive o, qualora si verifichi dopo la costituzione del rapporto di lavoro, la risoluzione di diritto del rapporto di lavoro medesimo nonchè l’attivazione delle procedure di legge previste in caso di dichiarazioni mendaci.

INFORMATVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell’art 13 del Decreto Lgs.vo 196/2003 si precisa che i dati personali, compresi quelli sensibili, forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Ufficio personale del Comune di Viadana per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati presso archivi informatici e cartacei, anche successivamente alla conclusione della selezione stessa per le medesime finalità.

I dati richiesti sono indispensabili per l’espletamento del procedimento selettivo di cui trattasi, il cui conferimento, pertanto, da parte dei partecipanti è obbligatorio.

Il titolare del trattamento è il Comune di Viadana, nella persona del Dirigente Area Amministrativa – U.O. Personale- Avv. Nadia Zanoni

Gli incaricati del trattamento sono individuati negli Istruttori dell’Ufficio Personale, Sigg.e Manuela Baseotto e Samanta Santini.

INFORMAZIONI E NORME DI RINVIO

L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di:

-modificare il presente bando;

-prorogare il termine di scadenza della selezione;

-riaprire tale termine allorchè lo stesso sia già scaduto;

-revocare la selezione nel caso di entrata in vigore di norme che rendono incompatibile l’instaurazione di un contratto di lavoro a tempo determinato di personale con gli obiettivi di finanza pubblica e/o limiti imposti alle amministrazioni pubbliche in materia di contenimento della spesa di personale od ove ricorrono motivi di pubblico interesse o quando ciò è richiesto nell’interesse del Comune per giusti motivi;

Responsabile del procedimento, ai sensi della Legge 241/1990 è l’Avv. Nadia Zanoni –Dirigente Area Amministrativa- U.O. Personale- del Comune di Viadana.

Il presente avviso sarà pubblicizzato sul sito internet e all’albo pretorio on line.

Per ogni eventuale informazione o chiarimento, oltre che per il ritiro dello schema di domanda di partecipazione, gli interessati potranno rivolgersi all’ Ufficio Personale del Comune di Viadana- tel. 0375/786206.

L’avviso ed il modello di domanda sono disponibili anche  sul sito Internet www.comune.viadana.mn.it- sezione concorsi

Viadana, lì 15/2/2017

Il Dirigente Area Amministrativa -U.O. PERSONALE-

Avv. Nadia Zanoni

Ufficio: 
Personale