AVVISO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ORDINARI ANNO 2015

Sab, 18/07/2015 - Sab, 22/08/2015

       AVVISO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ORDINARI ANNO 2015
 
                                 IL RESPONSABILE AREA SERVIZI ALLA PERSONA
 
In attuazione della deliberazione di Giunta Comunale n. 6 del 15/07/2015 e della determinazione R.G. n. 348 del 17 LUGLIO 2015
                                                        RENDE NOTO
che è indetto un AVVISO finalizzato alla formazione di una graduatoria valevole ai fini dell’erogazione di contributi economici ordinari anno 2015 ai sensi del vigente Regolamento per la disciplina degli strumenti di contrasto alla povertà :
CATEGORIE DI SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE LA DOMANDA
 

  • cittadini italiani e di Stati appartenenti alla UE;

 

  • cittadini extracomunitari in possesso di regolare permesso/carta di soggiorno;

 

  • cittadini extracomunitari profughi / rifugiati / richiedenti asilo / rimpatriati in possesso della relativa documentazione attestante lo status;

REQUISITI NECESSARI (da possedere entro il termine di presentazione della domanda):
residenza presso il Comune di Viadana;
 

  • reddito ISEE del nucleo familiare (*) pari o inferiore a € 7.500,00.
  • Concorre alla determinazione della situazione economica il valore risultante dalla dichiarazione ISEE e ogni altro sussidio economico percepito dal nucleo in virtù della propria condizione di povertà o del proprio livello di autonomia. In particolare al valore ISEE verrà aggiunto l’ammontare percepito nell’anno solare precedente dei seguenti sussidi rideterminati a seguito dell’applicazione del coefficiente ISEE indicato dalla dichiarazione  (valore ISEE + Somma dei sussidi percepiti divisi per il coefficiente ISEE = Risultato  pari o inferiore a € 7.500,00  :
  • entità dei servizi socio-assistenziali erogati dal Comune di residenza nell’anno precedente (es. voucher assistenziale, contributi economici, ecc.) oppure da parte di altri Comuni nel caso in cui vi sia stato un trasferimento di residenza a cavallo dei due anni di riferimento interessati;

 

  • contributo regionale a valere sul Fondo per il Sostegno Affitto;

 

  • Assegno per il Nucleo Famigliare ai sensi dell’Art. 65 della Legge n. 448/1998;

 

  • Assegno di Maternità ai sensi dell’Art. 65 della Legge n. 448/1998;

 

  • Indennità di accompagnamento;

 

  • Assegno Sociale INPS (pensione sociale)

 

  • proventi derivanti da inserimenti lavorativi o borse lavoro;

 

  • pensione d’invalidità civile o di guerra;

 

  • rendite infortunistiche INAIL che costituiscono erogazione a carattere risarcitorio;

 

  • Bonus Famiglia;

 

  • Social Card;

 

  • contributi erogati mediante il sistema regionale Dote Scuola;

 

  • entità delle riduzioni tariffarie previste da SGATE Energia e Gas;

 

  • altri emolumenti a qualsiasi titolo percepiti non soggetti all’applicazione IRPEF, previsti dalla normativa vigente (es. contributo affido, ecc.)

 

  • alimenti corrisposti dall’ex coniuge in caso di separazione omologata;

Inoltre, se non già dichiarato nell’ ISEE occorre presentare i seguenti documenti:

  • autocertificazione sul patrimonio mobiliare  del richiedente e del proprio nucleo familiare  (es. automobili, autocarri, motocicli,  camper, ecc.) comprendente anche i beni mobiliari in possesso d’uso (es. leasing, affitto, usufrutto, comodato);

 

  • autocertificazione sul possesso del richiedente e del proprio nucleo familiare di piani di investimento a fini pensionistici e/o speculativi e/o di polizze vita con o senza riscatto con riportato importo della quota periodica di versamento;
  • autocertificazione sul pagamento  di canoni definiti “non prioritari od essenziali” (es. abbonamenti Tv satellitare e terrestre, abbonamenti linee Adsl, tessere club sportive, abbonamenti per avvenimenti sportivi e abbonamenti telefonia cellulare;

(*) Per nucleo familiare si intende :

  • il richiedente e i componenti della sua famiglia anagrafica;
  • altri conviventi dimoranti con il richiedente la prestazione, anche se non inclusi nella scheda anagrafica;

Tali  requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente Avviso.
FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA
In relazione alle domande pervenute, l’Amministrazione Comunale formulerà una graduatoria valevole al fine dell’erogazione dei benefici economici secondo le seguenti priorità :
a) a parità di valore I. S. E. E. si darà la precedenza come segue:
nucleo familiare con presenza di - minori / portatori di handicap / anziani - con condizioni di salute rilevanti ai fini della valutazione (opportunamente documentate)
nucleo familiare in cui vi sono uno o più componenti seguiti  da altri Servizi del territorio (opportunamente documentata)
presenza di provvedimenti dell’autorità giudiziaria (opportunamente documentata)
presenza di provvedimenti della pubblica amministrazione (opportunamente documentata)
Non potranno  accedere ai sostegni economici più componenti dello stesso nucleo familiare.
Non potranno altresì accedere ai benefici di cui trattasi :

  • le persone disoccupate i cui problemi risultano legati esclusivamente alla volontà di non reperire soluzioni lavorative;
  • le famiglie i cui figli minori risultano inadempienti nei confronti dell’obbligo scolastico;
  • coloro che non hanno restituito al Comune contributi economici indebitamente percepiti e coloro che hanno impiegato i contributi concessi per finalità diverse da quelle indicate nel provvedimento di concessione del beneficio.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda dovrà essere redatta su apposita modulistica in distribuzione presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico URP del Comune di Viadana, oppure scaricata dal Sito internet del Comune di Viadana  : www.comune.viadana.mn.it,  entro i termini definiti dal presente Bando.
Le domande dovranno essere presentate negli orari di apertura al pubblico presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico URP nel periodo intercorrente tra il giorno 20/07/2015 e il giorno 22/08/2015.
Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti :
 

  • fotocopia di un valido documento di riconoscimento in corso di validità;

 

  • Attestazione ISEE in corso di validità;

 

  • Attestazione ISEE in corso di validità del convivente dimorante con il richiedente non presente nello Stato di Famiglia;

 

  • Codice Fiscale del richiedente;

 

  • fotocopia permesso/carta di soggiorno (solo per i cittadini extracomunitari);

 

  • fotocopia documentazione attestante lo status di cittadino extracomunitario profugo / rifugiato / richiedente asilo / rimpatriato;

 

  • in caso di separazione, fotocopia documentazione attestante la separazione omologata;

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO
L’entità del contributo e le modalità di erogazione avverranno secondo quanto definito nel Progetto di intervento/Contratto concordato e sottoscritto dal beneficiario con i Servizi Sociali.
Il contributo potrà essere  erogato con varie tempistiche e secondo una delle seguenti modalità :
a) contributi vincolati al pagamento di utenze domestiche, canoni di locazione;
b) pagamenti di tariffe relative all’erogazione di servizi a domanda individuale erogati dal Comune stesso (a titolo esemplificativo mensa, trasporto, retta Nido, tariffa rifiuti, servizi extrascolastici, etc.);
c) in denaro accreditato su c/c indicato al momento della domanda o con pagamento diretto mediante  mandato da riscuotere presso la Tesoreria comunale.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
L’entità del contributo verrà definita caso per caso, seguendo l’ordine della graduatoria sino ad esaurimento del fondo messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale, sulla base del Progetto di intervento/Contratto concordato e sottoscritto tra il beneficiario e il Servizio Sociale.
L’entità del contributo non potrà in ogni caso superare la differenza tra la condizione economica dichiarata ed il valore assunto quale soglia di povertà (€ 7.500,00).
VERIFICHE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE
Le Assistenti Sociali del Comune potranno convocare in qualsiasi momento le famiglie per gli approfondimenti o verifiche che riterranno opportuni.
L’Amministrazione Comunale si riserva altresì di verificare il contenuto delle autocertificazioni secondo quanto previsto dalla normativa vigente e di porre in essere controlli mirati alla valutazione del tenore di vita reale del richiedente anche in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate.
I destinatari delle erogazioni che avessero indebitamente fruito  di interventi dell’Amministrazione Comunale in conseguenza di dichiarazioni/documenti falsi o mendaci saranno tenuti a rimborsare con effetto immediato quanto percepito illegalmente e saranno altresì soggetti alle conseguenze di carattere penale, con applicazione degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 e dell’art. 316 ter del Codice Penale.
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
I dati raccolti verranno trattati ai sensi del D.Lgs. 196/2003 esclusivamente nell’ambito del presente avviso.                                                                                                                                                                                 
                             Il Responsabile Servizi alla Persona - Dr.ssa Marcella Adinolfi

Ufficio: 
Servizi Sociali