AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO

Lun, 06/11/2017 - Giov, 16/11/2017

IL RESPONSABILE  DEL SETTORE ISTRUZIONE CULTURA SPORT

Richiamate:

-la deliberazione di Giunta Comunale n. 30 del 23/1/2007 di disciplina delle procedure comparative per il conferimento degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa e di collaborazione occasionale/professionale;

-la deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 11.03.2008 nella quale sono individuati gli indirizzi per la predisposizione del Regolamento di disciplina delle procedure comparative per il conferimento degli incarichi individuali di lavoro autonomo di tipo professionale, occasionale e coordinata e continuativa;

- la deliberazione di Giunta Comunale n. 106 del 29.05.2008 di integrazione e modifica al predetto Regolamento in attuazione dell’art. 3 commi 54-57 della Legge n. 244/2007;

-la deliberazione della Giunta Comunale n. 113 del 8.06.2009 avente ad oggetto “Integrazioni e modifiche al Regolamento per il conferimento di incarichi di collaborazione autonoma approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 106/2008”;

-la deliberazione di Giunta Comunale n. 81 del 21.06.2011 avente ad oggetto “Modifiche e integrazioni al Regolamento per il conferimento degli incarichi di collaborazione autonoma”;

Richiamate:

-la deliberazione di Giunta Comunale n. 153 del 21.07.2016 ad oggetto Integrazione progettualità Museo Civico “A. Parazzi” e ampliamento funzioni archeologo-conservatore;

-la deliberazione di Consiglio Comunale n. 24 del 12.05.2017 ad oggetto  Approvazione Convenzione per la gestione associata dei Musei Civici di Viadana e Pegognaga – relativo progetto pluriennale;

Preso atto che :

-l’incarico in qualità di Conservatore-archeologo presso il Museo Civico “A.Parazzi” e la raccolta civica  di Pegognaga, affidato alla D.ssa Daniela Benedetti, di cui al disciplinare Prot. n. 27873 del 27.10.2014 e successiva proroga con determina R.G. n. 556 del 17.11.2016, è attualmente scaduto;

-ai fini del mantenimento dei requisiti che hanno dato luogo, con D.G.R. n. VIII/5251 del 2.08.2007, al riconoscimento della realtà museale locale con lo status di Museo, Regione Lombardia prescrive l’impiego, in gestione singola o associata, della figura del conservatore;

Richiamata la deliberazione di Giunta Comunale n. 199 del 19.10.2017 ad oggetto Indirizzi in merito al conferimento di incarico co.co.co. di Conservatore-archeologo presso il Museo Civico;

Preso atto che con la deliberazione più sopra citata l’Amministrazione fornisce indirizzi al Responsabile Settore Istruzione Cultura Sport al fine di avviare procedura comparativa, ai sensi del vigente Regolamento Comunale, per il reclutamento della figura di un archeologo-conservatore cui conferire incarico triennale co.co.co con decorrenza dalla sottoscrizione del relativo disciplinare di incarico;

Visti :

-il D.Lgs. 267/2000;

-il D.L.gs. 165/2001 e il D.Lgs. 75/2017;

-lo Statuto Comunale vigente;

In esecuzione della determinazione R.G. n. 679 del 6.11.2017;

RENDE NOTO

che è indetta procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa di Conservatore-archeologo, in gestione associata con il Comune di Pegognaga per la relativa raccolta civica, presso il  Museo Civico “A.Parazzi” di Viadana – U. O. Servizi Culturali del Settore Istruzione -  Cultura – Sport -Tempo Libero con durata triennale decorrente dalla sottoscrizione del relativo disciplinare di incarico.

OGGETTO E NATURA DELL’INCARICO

La procedura di valutazione è intesa a selezionare un soggetto disponibile a stipulare un contratto per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa di Conservatore-archeologo  del Museo Civico “A.Parazzi” di Viadana e della Raccolta archeologica di Pegognaga per la realizzazione del  progetto   pluriennale di gestione associata tra le due realtà museali di cui alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 24 del 12.05.2017.

Il Conservatore-archeologo, nel rispetto delle funzioni di indirizzo e di controllo svolte dagli organi di governo e delle competenze gestionali di cui all’art. 109 del Testo Unico degli Enti Locali che fanno capo al Responsabile preposto al settore, è pienamente responsabile, in concorso con il Direttore del Museo, dell’identità e della finalità del Museo.

Egli è altresì responsabile dell’attuazione e dello sviluppo  del progetto pluriennale di gestione associata dei Musei Civici di Viadana e Pegognaga.  

In particolare, svolge i seguenti compiti:

  1. collabora con il Direttore/Amministrazioni Comunali  alla definizione degli obiettivi dei rispettivi Musei;
  2. è referente scientifico, all’interno dei musei e verso l’esterno, delle collezioni a lui affidate;
  3. è responsabile della corretta conservazione dei beni;
  4. cura l’inventariazione e la catalogazione delle collezioni e ne garantisce la pubblica fruizione;
  5. propone programmi per l’incremento delle collezioni, predispone piani di manutenzione ordinaria e di restauro; cura l’allestimento delle raccolte; coordina le attività connesse alle sue competenze, relazionandosi col personale tecnico anche in materia di sicurezza;
  6. conduce e coordina l’attività di ricerca scientifica;
  7. collabora alle attività culturali,  di didattica e di divulgazione scientifica, di  valorizzazione delle raccolte individuando gli strumenti di comunicazione idonei;
  8. progetta e coordina le attività relative alle esposizioni temporanee e di editoria dei musei;
  9. mantiene i contatti con istituzioni analoghe e organismi scientifici;
  10. partecipa agli organi collegiali eventualmente preposti all’attività scientifico-culturale dei musei;
  11. predispone relazioni periodiche al Direttore del Museo  e agli organi di governo al fine di assicurare un corretto monitoraggio dei programmi e la continua ridefinizione degli obiettivi in corso di esercizio e a consuntivo;
  12. coordina le attività di monitoraggio e valutazione delle attività e delle iniziative culturali realizzate, con particolare riferimento ai dati sulle presenze dei visitatori e alla qualità dei servizi resi;
  13. organizza, regola e controlla i servizi al pubblico nel rispetto delle direttive regionali e degli standard di qualità fissati dalla normativa vigente;
  14. cura i rapporti con le Soprintendenze, l’ Istituto dei Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Lombardia, con la Regione, la Provincia, i  Musei e gli altri Istituti culturali presenti sul territorio;
  15. instaura una continuativa collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio;
  16. esprime pareri, qualora richiesto, agli organi  competenti dei Comuni  in relazione  al prestito, deposito delle opere ed  eventuali donazioni sovrintendendo alle relative procedure;

DURATA E COMPENSO DELLA COLLABORAZIONE

La collaborazione avrà  durata  triennale  a decorrere dalla sottoscrizione del relativo disciplinare d’incarico e prevede un corrispettivo complessivo annuale di € 18.352,05 al lordo di tutte le ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali previste dalle leggi vigenti in materia a carico del collaboratore e del committente.

La prestazione dovrà essere resa in funzione delle esigenze organizzative, dei programmi e del progetto pluriennale di gestione associata dei Musei Civici di Viadana e Pegognaga  secondo le direttive del Direttore/Responsabile  preposto e delle Amministrazioni  cui il collaboratore dovrà attenersi.

Pur conservando autonomia relativamente all’aspetto tecnico-organizzativo di esecuzione dell’incarico, il Conservatore-archeologo   dovrà garantire la propria presenza nei Musei nel corso delle attività ed eventi valutati di particolare importanza-rilievo per il funzionamento degli stessi e per la promozione-valorizzazione dei relativi patrimoni museali.

REQUISITI DEGLI ASPIRANTI

Per essere ammessi alla procedura comparativa gli aspiranti devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani o cittadini di uno degli Stati appartenenti all’Unione Europea, con esclusione di particolari fattispecie disciplinate da apposite disposizioni  e fatte salve le eccezioni di cui all’art. 38 del D. Lgs.vo n. 165/2001 ed al D.P.C.M. 7/2/1994 n. 174.

Gli italiani non appartenenti alla Repubblica sono equiparati ai cittadini della stessa; i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea devono godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza e dimostrare un’adeguata conoscenza della lingua italiana;

  • avere il godimento dei diritti civili e politici;
  • essere in condizioni di contrattare con la Pubblica Amministrazione;
  • essere in possesso della patente di guida categoria B;
  • possedere uno dei seguenti titoli di studio o equipollenti:
  • Diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL), Laurea Specialistica (LS), Laurea Magistrale (LM), conseguite presso Università o altro Istituto Universitario statale o legalmente riconosciuto, nell’ambito delle discipline di scienze archeologiche o letterarie.
  • avere svolto almeno tre anni di servizio continuativo  in qualità di Conservatore-archeologo presso musei della Pubblica Amministrazione;

Nel caso di titoli equipollenti a quelli indicati nel presente bando sarà cura del candidato dimostrarne l’equipollenza mediante indicazione del provvedimento normativo che la sancisce.

I diplomi conseguiti all’estero devono essere riconosciuti equipollenti al corrispondente titolo di studio italiano secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

Non è attivabile il rapporto di collaborazione con coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo o che siano condannati per reati che impedirebbero la costituzione di un rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Gli aspiranti dovranno far pervenire apposita domanda di partecipazione, redatta in carta semplice sottoscritta dal candidato, senza autenticazione, seguendo lo schema allegato al presente avviso del quale fa parte integrante (Allegato A) entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 16 novembre 2017.

La domanda, redatta in conformità alle prescrizioni dell’avviso, potrrà essere presentata con le seguenti modalità :

-a mano presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), Piazza Matteotti n. 6 Viadana (MN) negli orari di apertura dello stesso (lunedi 9,00-12,30/martedi 9,00-12,30/mercoledi 9,00-12,30/giovedi 9,00-12,30 – 15,00-17,00/venerdi 9,00-12,30/sabato 9,00-12,00). In questo caso faranno fede la data e l’ora apposte dall’Ufficio medesimo sulla domanda. Al consegnatario sarà rilasciata apposita ricevuta datata sulla copia.

-a mezzo raccomandata  con avviso di ricevimento, indirizzata a COMUNE DI VIADANA - Piazza Matteotti, 2 -46019 Viadana (MN) con indicazione sulla busta : “DOMANDA DI SELEZIONE PER PROCEDURA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO CO.CO.CO. DI CONSERVATORE-ARCHEOLOGO”. In questo caso, indipendentemente dalla data di spedizione, stabilita e comprovata dal timbro e data dell’ufficio postale accettante, NON saranno prese in considerazione le domande che, anche se spedite nel termine, perverranno al Comune oltre la data del 16.11.2017 ore 12,00.

-a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo : urp@pec.comune.viadana.mn.it avendo cura di precisare nell’oggetto : “DOMANDA DI SELEZIONE PER PROCEDURA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO CO.CO.CO. DI CONSERVATORE-ARCHEOLOGO”. In questo caso faranno fede la data e l’ora di arrivo al gestore di posta elettronica certificata del Comune di Viadana (ricevuta di avvenuta consegna). Questa informazione sarà inviata automaticamente alla casella di PEC del mittente dal gestore di PEC.

La domanda e i documenti inviati tramite PEC dovranno essere sottoscritti con firma digitale. Nel caso in cui il candidato non disponga della firma digitale, la domanda, sottoscritta in modo autografo, e gli allegati dovranno essere trasmessi in formato pdf non modificabile, corredati di un valido documento di identità.

E’ escluso qualsiasi atro mezzo di trasmissione.

Le domande dovranno pervenire ENTRO E NON OLTRE IL GIORNO 16.11.2017 ore 12,00  a decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso.

Anche nel caso di domanda spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, indipendentemente dalla data di spedizione, stabilita e comprovata dal timbro e data dell’ufficio postale accettante, NON saranno prese in considerazione le domande che, anche se spedite nei termini, prevengano al Comune oltre la data del 16.11.2017 ORE 12,00.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la mancata, inesatta o incompleta ricezione della domanda dovuta a inesatte indicazioni del recapito oppure a mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda da parte del candidato o a disguidi postali o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o di forza maggiore.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere sottoscritta dal candidato, pena la nullità della stessa. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. n. 445/2000, la firma non deve essere autenticata

Alla domanda dovrà essere altresì allegata  copia fotostatica non autenticata, di un documento di identità in corso di validità, fatta eccezione soltanto nell’ipotesi in cui la domanda venga sottoscritta davanti al funzionario addetto al ricevimento della domanda all’atto della consegna all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP).

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, consapevoli delle sanzioni penali previste dall’ art.76 del medesimo decreto per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci, i seguenti dati e dichiarazioni:

  1. il cognome, il nome, la data e il luogo di nascita, il codice fiscale;
  2. la residenza, il recapito telefonico e l’eventuale altro recapito cui indirizzare tutte le comunicazioni relative alla selezione;
  3. il possesso della cittadinanza italiana o di Stato membro dell’ Unione Europea;
  4. il comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste stesse;
  5. di non aver riportato condanne penali (in caso contrario indicare le condanne penali riportate con specificazione del titolo di reato e dell’ entità della pena principale e di quelle accessorie e/o i procedimenti penali in corso di istruzione o pendenti per il giudizio);
  6. di avere preso visione del presente avviso e di essere a conoscenza di tutte le prescrizioni e condizioni ivi previste;
  7. di possedere i titoli e di avere maturato le esperienze dichiarate nell’allegato curriculum vitae professionale.

Alla domanda di partecipazione, i concorrenti devono allegare i seguenti documenti:

  1. fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità;
  2. curriculum vitae datato e sottoscritto dal candidato, completo dei dati anagrafici, con descrizione dei titoli posseduti, delle esperienze maturate, delle eventuali pubblicazioni redatte attinenti all’incarico, oltre a qualsiasi ulteriore informazione idonea a caratterizzare il livello di professionalità posseduta, l’esperienza maturata ed i risultati conseguiti in aree di attività attinenti all’incarico medesimo.

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

La valutazione verrà effettuata dal Responsabile del  Settore Istruzione Cultura Sport Tempo Libero del Comune di Viadana, coadiuvato da apposita e idonea Commissione, sulla base del curriculum vitae professionale ed eventuale successivo colloquio, da valutare con riferimento ai titoli posseduti e alle esperienze di lavoro attinenti e congruenti rispetto alle attività richieste.

Al fine di  vagliare le competenze dei partecipanti, i  candidati che presentino professionalità meglio rispondenti alle attività oggetto dell’incarico, potranno essere  ammessi ad un successivo eventuale colloquio, al termine del quale verrà individuato il soggetto cui affidare l’incarico.

Nel corso del colloquio verranno approfondite  le competenze dei candidati in relazione sia  a quanto esposto nel curriculum vitae  sia alle conoscenze di carattere teorico-disciplinari,  metodologico-tecnico-professionali in relazione a :

  1. museologia generale
  2. museologia : sviluppo e gestione delle collezioni
  3. museologia : teoria e metodologie della conservazione
  4. metodologia della ricerca storica e scientifica con particolare riguardo ai territori di pertinenza dei Musei Civici di Viadana e Pegognaga
  5. teoria e metodologia della documentazione/catalogazione (schede RA-reperto archeologico- ICCD del Ministero per i Beni culturali e ambientali e schede SIRBEC della Regione Lombardia)
  6. didattica museale
  7. elementi di biblioteconomia
  8. museografia e museo tecnica
  9. conoscenze geo-morfologiche del territorio e strategie di insediamento
  10. architettura museale
  11. normativa di settore (nazionale/regionale/provinciale)
  12. strategie di accesso ai finanziamenti
  13. strategie di rete
  14. elementi sull’ordinamento degli Enti Locali

La valutazione terrà altresì conto di eventuali esperienze maturate dal candidato in relazione a progetti pluriennali di gestione associata riferiti ad almeno due musei/raccolte museali  della Pubblica Amministrazione di natura archeologica.

La data dell’eventuale colloquio verrà comunicata con apposito avviso sul sito internet del Comune.

Il Comune di Viadana si riserva la facoltà di conferire l’incarico di collaborazione anche in presenza di una sola candidatura  ovvero di non conferirlo qualora reputi le candidature avanzate non idonee.

ALTRE INFORMAZIONI

L’Amministrazione si riserva, in ogni caso , a proprio insindacabile giudizio, la facoltà di annullare o revocare la presente procedura o di non procedere all’affidamento dell’incarico, senza che ciò comporti pretesa alcuna da parte dei partecipanti alla selezione.

Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso, si fa riferimento al Regolamento Comunale di disciplina delle procedure comparative per il conferimento degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa e di collaborazione occasionale/professionale, approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 30 del 23.01.2007 e successivamente modificato con deliberazioni di Giunta Comunale n. 106 del 29.05.2008, di Giunta Comunale n. 113 del 8.06.2009 e di Giunta Comunale n. 81 del 21.06.2011 e alla normativa vigente.

Il presente avviso è pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito del Comune di Viadana.

Per ogni eventuale informazione o chiarimento gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Cultura e all’Ufficio Personale  del Comune di Viadana  rispettivamente  tel. 0375/786243 – 0375/786206.

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell’art 13 del Decreto Lgs. 196/2003 si precisa che i dati personali, compresi quelli sensibili, forniti dai candidati saranno raccolti presso l’ Ufficio Personale del Comune di Viadana per le finalità connesse alla gestione della procedura comparativa e saranno trattati presso archivi informatici e cartacei anche successivamente alla conclusione della selezione stessa per le medesime finalità.

I dati richiesti sono indispensabili per l’espletamento della procedura di cui trattasi, il cui conferimento, pertanto, da parte dei partecipanti è obbligatorio.

Il titolare del trattamento è il Comune di Viadana, nella persona del Responsabile  Settore Istruzione Cultura Sport  – Dott.ssa Marcella Adinolfi.

Gli incaricati del trattamento sono individuati negli Istruttori Amministrativi dell’Ufficio Personale, Sig.ra Manuela Baseotto e D.ssa Samanta Santini.

Viadana, 6 novembre  2017

           

IL RESPONSABILE  SETTORE ISTRUZIONE CULTURA SPORT

f.to Dott.ssa Marcella Adinolfi