AVVISO DI MOBILITA’ PER N.1 ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO SETTORE SCUOLA-CULTURA

Mar, 22/08/2017 - Giov, 21/09/2017

AVVISO DI MOBILITA’, AI SENSI DELL’ART. 30 DEL D.LGS 30 MARZO 2001 N. 165, PER UNA UNITA’ A TEMPO PIENO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI “ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO” CAT. “C” PER IL SETTORE CULTURA- SERVIZI SCOLASTICI-ISTRUZIONE E ASILO NIDO 

 IL DIRIGENTE AREA AFFARI GENERALI

 In esecuzione della determinazione n.510 del 22/8/2017;

Visti:

  • Il D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, recante il “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”;
  • il D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche” ed in particolare l’art. 30, laddove prevede che “Le amministrazioni possono ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di dipendenti di cui all' articolo 2, comma 2, appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, che facciano domanda di trasferimento, previo assenso dell'amministrazione di appartenenza”;
  • la deliberazione di Giunta Comunale n. 149 del 12.07.2016, avente ad oggetto “Approvazione definitiva del Piano Triennale del Fabbisogno del Personale 2016-2018 e del Piano Occupazionale anno 2016 adottato con deliberazione G.C. n. 99/2016”; 
  • la deliberazione della Giunta comunale n. 7 del 17.1.2017, con cui è stato integrato il piano triennale del fabbisogno del personale 2016-2018 e approvato il piano occupazionale per l’anno 2017 con rideterminazione della dotazione organica, poi aggiornato con deliberazione della Giunta comunale n.129 del 13/7/2017;
  • l’art. 39 del vigente Regolamento sul Reclutamento e la Selezione del Personale;
  • la Circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica prot. n. 0051991 P-4.17.1.7.4 del 10/10/2016  di comunicazione del ripristino delle ordinarie facoltà di assunzione  per tutte le categorie di personale degli Enti Locali nella Regione Lombardia;

     

    Considerato che sono state inviate all’ARIFL e al Dipartimento della Funzione Pubblica le comunicazioni ai sensi degli artt. 34 e 34 bis del D.Lgs. 165/2001, le quali hanno dato esito negativo come risulta da comunicazione ARIFL ricevuta in data 17/8/2017;

RENDE NOTO

 che è indetta una procedura di mobilità volontaria tra enti, ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001, per acquisire la disponibilità di personale per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di una unità di personale nel profilo di “Istruttore Amministrativo” – cat. “C” da assegnare al Settore Cultura- Servizi scolastici- Istruzione e Asilo Nido.

Il presente avviso non fa sorgere a favore dei partecipanti alcun diritto al trasferimento presso l’Ente che si riserva, a suo insindacabile giudizio, di non dare seguito alle procedure di mobilità.

L’amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso all’impiego ed al trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs. 198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna” e s.m.i e dell’art. 57 del D.Lgs. 165/2001.

Articolo 1

Requisiti per l’ammissione e competenze professionali richieste

Sono ammessi a partecipare alla procedura di mobilità i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere dipendente con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato di una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. soggette (ai sensi delle disposizioni vigenti) ad un regime di limitazione diretta e specifica delle assunzioni di personale a tempo indeterminato e avere superato il relativo periodo di prova;
  2. essere inquadrato nella categoria “C”, di cui al C.C.N.L. 31/3/99 del comparto “Regioni e Autonomie Locali”, con profilo professionale di istruttore amministrativo o equivalente ovvero in una categoria e profilo equivalente se appartenente ad altri comparti. L’equivalenza, in assenza di apposite tabelle di equiparazione, sarà stabilita in base alla declaratoria del profilo professionale;
  3. essere fisicamente idoneo alle mansioni connesse al posto da coprire, come certificato dal medico competente di cui al D.Lgs. n. 81/2008 dell’Ente di provenienza nell’ultima verifica periodica effettuata;
  4. non aver riportato sanzioni disciplinari negli ultimi due anni precedenti la data di scadenza del presente avviso, né avere procedimenti disciplinari in corso;
  5. non aver riportato condanne penali né avere procedimenti penali in corso che impediscano la prosecuzione del rapporto di impego con la pubblica amministrazione (in caso contrario indicare le condanne riportate e/o i procedimenti penali in corso;
  6. essere in possesso del godimento dei diritti civili e politici;
  7. aver prestato, alla data di scadenza per la presentazione della domanda, almeno due anni di servizio effettivo nella Categoria C.
  8. preventivo nulla osta, da parte dell’Ente di provenienza, alla cessione del contratto di lavoro, senza che ciò comporti alcun impegno per il Comune di Viadana.

    I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione.

    L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti richiesti comporta l’esclusione dalla presente procedura.

    L’esclusione è disposta, in ogni momento, dal Responsabile dell’Area “Affari Generali e del Personale”.

    E’ inoltre richiesto il possesso delle competenze professionali proprie del profilo rivestito, con particolare riferimento a:

    Conoscenze e capacità professionali

  • conoscenza della normativa in materia di servizi scolastici, sport, tempo libero, contabilità e finanziaria degli Enti Locali;
  • capacità di redazione degli atti amministrativi;
  • conoscenza delle disposizioni del testo unico degli enti locali (d.lgs. n. 267/2000);
  • conoscenza dei principali programmi informatici per l’automazione d’ufficio (word, excel, posta elettronica, tecnologie di navigazione internet, …);
  • esperienza attinente all’organizzazione, coordinamento e gestione dei servizi scolastici, sportivi e del tempo libero.

    Comportamenti di contesto e orientamento

  • capacità di organizzazione delle attività;
  • orientamento alla qualità del servizio e al rispetto normativo;
  • orientamento al risultato dei servizi erogati in termini di efficienza ed efficacia;
  • capacità di iniziativa;
  • orientamento al lavoro di gruppo;
  • orientamento all’innovazione, al cambiamento organizzativo.

     

Articolo 2

Presentazione della domanda

 La domanda di ammissione alla procedura di mobilità esterna, redatta in carta semplice secondo il modello di cui all’allegato “A” e sottoscritta dal candidato, dovrà essere inviata, a pena di esclusione entro il termine perentorio delle ore 12.00 del giorno 21 settembre 2017, secondo una delle seguenti modalità:

‐ consegna a mano presso Urp, Centro Servizi Galleria Bedoli, Piazza Matteotti 6, Viadana (MN) negli orari di apertura al pubblico. Nel caso di presentazione diretta della domanda fa fede la ricevuta rilasciata a cura degli addetti al predetto ufficio;

‐ a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Comune di Viadana, Piazza Matteotti 2, 46019 Viadana (MN) – riportante l’oggetto “Avviso di mobilità esterna volontaria per n. 1 posto cat. C”. Al fine del rispetto della scadenza non fa fede il timbro postale e quindi le domande devono pervenire entro e non oltre la data di scadenza a cura e sotto la responsabilità dei partecipanti;

‐ all’indirizzo pec urp@pec.comune.viadana.mn.it, nel caso in cui il partecipante sia in possesso di una casella di posta elettronica certificata (P.E.C.). La domanda, inoltrata in formato non modificabile, dovrà essere sottoscritta mediante firma digitale o, in alternativa, tramite firma autografa scansionata ed accompagnata dalla fotocopia di un documento d’identità. Nel caso di presentazione tramite Pec fa fede la data di ricezione.    

Nella domanda i candidati, consapevoli che in caso di dichiarazioni false o mendaci verranno applicate le sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR 445/2000, devono dichiarare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000:

  1. cognome e nome, luogo, data di nascita, codice fiscale, cittadinanza, indirizzo di residenza e recapito presso il quale si desidera siano trasmesse le comunicazioni, numero telefonico, indirizzo e‐mail;
  2. il godimento dei diritti civili e politici, specificando il Comune di iscrizione nelle liste elettorali;
  3. il titolo di studio posseduto ed il punteggio riportato; 
  4. eventuali ulteriori titoli culturali posseduti; 
  5. la data di assunzione a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione, l’anzianità di servizio maturata presso l’ente di appartenenza, il comparto di contrattazione collettiva di appartenenza, la categoria di inquadramento e relativa data di decorrenza, con indicazione della posizione economica all'interno della stessa, del profilo professionale ricoperto con descrizione delle mansioni concretamente svolte e l’Ufficio presso il quale presta servizio;
  6. di non aver riportato condanne penali e/o di non avere procedimenti penali in corso (in caso contrario specificare la natura);
  7. di non aver avuto sanzioni disciplinari nei due anni precedenti la data di scadenza del presente avviso, e/o di non aver procedimenti disciplinari in corso (in caso contrario specificare la natura);
  8. l’idoneità fisica alle mansioni, certificate dal medico competente di cui al D.Lgs. n. 81/2008 dell’Ente di provenienza nell’ultima verifica periodica effettuata;
  9. le valutazioni ricevute nell’ultimo biennio secondo il sistema permanente di valutazione dell’Ente di appartenenza;
  10. di aver preso visione e di accettare in modo pieno e incondizionato le disposizioni contenute nell’avviso di mobilità;
  11. di autorizzare il trattamento dei propri dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003.

    Ai sensi dell’art. 20 della Legge 104/92, nella domanda di partecipazione il candidato dovrà specificare se necessita di ausili in relazione al proprio handicap e di eventuali tempi aggiuntivi per sostenere il colloquio.

    Ai sensi del D.P.R. 28.12.2000 n. 445 e s.m.i., le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione hanno valore di autocertificazione; nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali previste dall'art. 76 del citato decreto.

    La domanda di ammissione alla procedura deve essere corredata dai seguenti documenti, a pena di esclusione:

    a) fotocopia di un documento di identità in corso di validità, ad eccezione del caso in cui la domanda venga sottoscritta davanti al funzionario addetto al ricevimento della domanda all’atto della consegna a mani all’ufficio per le relazioni con il pubblico;

    b) dettagliato curriculum vitae formativo e professionale, preferibilmente in formato europeo, datato e firmato, da cui evincere, in particolare, le esperienze lavorative precedentemente maturate nel settore pubblico e/o privato (specificando i periodi e le attività effettivamente svolte) e delle mansioni attualmente svolte presso l’ente di provenienza; nonché ogni altro elemento ritenuto utile a rappresentare e descrivere capacità, attitudini ed esperienze professionali acquisite;

    c) dichiarazione dell’Amministrazione di appartenenza attestante il fatto di essere P.A. soggetta a regime di limitazione delle assunzioni di personale a tempo indeterminato ai sensi della normativa vigente (citare il regime vincolistico cui l’ente è soggetto);

    d) preventivo nulla osta, da parte dell’Ente di provenienza, alla cessione del contratto di lavoro,  senza che ciò comporti alcun impegno per il Comune di Viadana.

    Non saranno ammesse le domande:

    ‐ prive della firma del candidato, autografa o digitale;

    ‐ presentate con modalità diverse da quella richiesta (invio a mezzo fax, invio con posta ordinaria, ecc…);

    - non pervenute entro il termine di scadenza dell’avviso; 

    ‐  prive del curriculum vitae;

    - prive della dichiarazione dell’Amministrazione di appartenenza attestante il fatto di essere P.A. soggetta a regime di limitazione delle assunzioni di personale a tempo indeterminato ai sensi della normativa vigente (citare il regime vincolistico cui l’ente è soggetto);

    - prive del nulla osta, da parte dell’Ente di provenienza, alla cessione del contratto di lavoro.

    L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni  dipendente da inesatte indicazioni del domicilio o del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali  disguidi  postali o per fatti comunque imputabili  a terzi, al caso fortuito o a forza maggiore.

    Ai fini della presente procedura non verranno prese in considerazione le domande di mobilità già in possesso del Comune di Viadana. Pertanto, coloro che abbiano già presentato domanda di mobilità e siano tuttora interessati dovranno presentare una nuova domanda, compilata secondo lo schema di cui all’allegato “A”.

Articolo 3

Articolazione della selezione

Le domande di partecipazione saranno esaminate preliminarmente dalla competente Unità Operativa Personale, sotto il profilo dell’accertamento della completezza e della sussistenza dei requisiti richiesti ai fini dell’ammissione alla presente procedura di mobilità.

L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti richiesti determina la non ammissibilità del candidato alla presente procedura di mobilità.

Le domande e i curricula dei candidati ammessi alla procedura saranno valutate mediante apposita Commissione composta dal Segretario Comunale e dal Responsabile del Settore in cui è inquadrato il posto da coprire, eventualmente coadiuvati da dipendenti dell’ente.

La valutazione del curriculum formativo e professionale terrà conto dei seguenti elementi ai quali verranno attribuiti i punteggi a fianco di ciascuno indicati:

  1. titoli di servizio maturato presso pubbliche amministrazioni in mansioni inerenti alla posizione di lavoro da ricoprire: punti 1 per ogni anno fino ad un massimo di punti 10. Il punteggio verrà frazionato in dodicesimi in rapporto ai mesi effettuati, con esclusione dalla valutazione dei periodi inferiori al mese;
  2. valutazione dei periodi di svolgimento di mansioni superiori formalmente affidate: punti 0,50 per ogni anno, fino ad un massimo di punti 1. Il punteggio verrà frazionato in dodicesimi in rapporto ai mesi effettuati. Non verranno valutati i periodi inferiori al mese;
  3. titoli di studio ulteriori a quello richiesto per l’accesso e/o abilitazioni professionali: 0,25 punti fino ad un massimo di punti 1;
  4. partecipazione a percorsi formativi di aggiornamento e/o di specializzazione con esame finale pertinenti alla posizione di lavoro: punti 0,50 per ogni corso fino ad un massimo di punti 2;
  5. pubblicazioni fino ad un massimo di punti 1;
  6. incarichi svolti presso amministrazioni pubbliche o altri enti o aziende: punti 0,50 per ogni anno, fino ad un massimo di 2 punti, che verrà frazionato in dodicesimi in rapporto ai mesi effettuati. Non verranno valutati i periodi inferiori al mese;
  7. curricula: fino ad un massimo di punti 2;
  8. valutazione della performance individuale ottenuta dal candidato negli ultimi tre anni: 0,50 per ogni anno in caso di valutazione nella fascia di merito altra fino ad un massimo di punti 1,50.

    Una volta esaminate le domande, ove si siano rinvenuti candidati potenzialmente idonei, si provvederà ad invitare i candidati ad un colloquio, volto ad approfondire gli elementi contenuti nel curriculum vitae, ad integrare aspetti non evidenziati, a valutare il ruolo effettivamente rivestito presso l’ente di appartenenza e a sondare gli aspetti motivazionali che hanno dettato la richiesta di mobilità, oltre ad accertare i seguenti elementi: 

  • preparazione professionale specifica in relazione allo specifico posto da ricoprire; 
  • grado di autonomia nell’esecuzione delle attribuzioni e/o del lavoro;
  • capacità di individuare soluzioni adeguate e corrette rispetto all’attività da svolgere;
  • possesso di requisiti attitudinali aderenti al posto da ricoprire;
  • conoscenza dei principali applicativi informatici.

    Il punteggio minimo necessario per il superamento del colloquio è pari a 24/30.

    Nel caso in cui si abbia un numero elevato di candidati giudicati potenzialmente idonei, l’Amministrazione si si riserva di invitare al colloquio solo alcuni di essi.

    L’elenco dei candidati ammessi al colloquio sarà pubblicato sul sito internet del Comune (www.comune.viadana.mn.it) alla sezione Concorsi. In quella sede sarà anche comunicata la data del colloquio.

    La predetta comunicazione sostituisce ogni comunicazione diretta agli interessati; chi non si presenterà sarà considerato rinunciatario.

    Al termine delle operazioni la Commissione individuerà, a suo insindacabile giudizio e nel rispetto dei criteri di valutazione, i candidati ritenuti idonei alla mobilità per il profilo ricercato, in ordine decrescente secondo il punteggio conseguito.   E’ considerato vincitore colui che risulta avere conseguito il miglior punteggio nella valutazione dei titoli e in caso di espletamento del colloquio il miglior punteggio finale determinato dal punteggio conseguito nella valutazione dei titoli sommato a quello conseguito nel colloquio.

    E’ fatta salva, in ogni caso, la possibilità di non procedere alla copertura del posto oggetto della presente procedura di mobilità qualora la Commissione incaricata non rilevi l’esistenza di professionalità adeguate tra le candidature esaminate.

    Coloro che verranno assunti a seguito della presente procedura di mobilità volontaria dovranno permanere obbligatoriamente presso il Comune di Viadana per almeno tre anni.

Articolo 4

Riserva dell’Ente

 Il Comune di Viadana si riserva la facoltà di prorogare il termine per la presentazione delle domande di ammissione alla procedura, nonché di riaprire il termine, di sospendere o revocare tale procedura per ragioni di pubblico interesse, o di non dar corso alla mobilità, dandone comunicazione agli interessati, a seguito di sopravvenuti vincoli legislativi e/o finanziari, o a seguito della variazione delle esigenze organizzative dell’Ente.

Articolo 5

Assunzione in servizio

L’assunzione del vincitore sarà effettuata compatibilmente:

-  alle norme vigenti in materia di assunzione di personale presso gli enti pubblici;

- al mantenimento degli equilibri finanziari di bilancio e al rispetto dei limiti di spesa del personale, così come definiti dalla vigente normativa in materia.

Si evidenzia che il presente avviso non produce alcun obbligo in capo al Comune di Viadana di dar seguito all’assunzione tramite mobilità. Il Comune di Viadana si riserva di stabilire, a suo insindacabile giudizio, modi e tempi della mobilità, nonché di rinunciarvi.

Il candidato vincitore della procedura sarà invitato a sottoscrivere, con il Comune di Viadana, il contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato e pieno, la cui stipulazione è subordinata al rilascio del nullaosta definitivo da parte dell’Amministrazione di provenienza.  Al riguardo si precisa che qualora quest’ultima richieda più di tre mesi per dare attuazione alla mobilità, l’Amministrazione potrà proseguire nell’utilizzo della graduatoria.

In caso di mancanza del consenso o di successiva rinuncia da parte del candidato vincitore, il Comune di Viadana si riserva di individuare un altro candidato tra quelli giudicati idonei, nel rispetto dell’ordine di graduatoria stabilito ai sensi del precedente articolo 3 e ferma restando la verifica dei requisiti per il trasferimento.

Il dipendente trasferito conserva la posizione giuridica ed economica acquisita presso l’Ente di provenienza, ivi compresa l’anzianità maturata, previa opportuna equiparazione di livelli tra comparti diversi all’atto del trasferimento all’interno della categoria in questione. Eventuali emolumenti attribuiti dall’Ente di provenienza saranno riconosciuti all’interessato esclusivamente nel rispetto delle disposizioni contrattuali vigenti nel comparto “Regioni ed Autonomie Locali” e nel contratto decentrato del Comune di Viadana.

Il dipendente assunto per mobilità è esentato dall’espletamento del periodo di prova quando lo abbia già superato nella medesima qualifica presso altra amministrazione pubblica.

Per il trasferimento di mobilità l’Amministrazione di norma non si fa carico di giornate di ferie, riposi compensativi, straordinari non recuperati, ecc. maturati e non goduti nell’ente di appartenenza, quindi dovranno essere azzerati nell’ente di appartenenza prima del trasferimento. Eventuali deroghe a quanto sopra dovranno essere concordate tra tutte le parti coinvolte.

L’assunzione è subordinata, in ogni caso, alla previa verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti dal presente avviso, nonché dell’idoneità fisica alle funzioni del profilo richiesto.

Qualora venga accertata la mancanza di uno dei predetti requisiti ovvero l’inidoneità fisica a ricoprire la posizione lavorativa, non si darà luogo alla mobilità e la procedura si intenderà conclusa con esito negativo.

Articolo 6

Trattamento dei dati personali

Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i, i dati personali forniti nella domanda di partecipazione saranno raccolti presso gli uffici dell’Ente, sia su supporto informatico che cartaceo, per le sole finalità di gestione della presente procedura di mobilità e per l’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro. 

L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 della citata Legge. 

Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Viadana, con sede in Viadana (MN), Piazza Matteotti 2.

Responsabile del trattamento è il Dirigente Area Affari Generali. 

Articolo 7

Pubblicità dell’avviso

Al fine di assicurarne la massima diffusione il presente avviso viene affisso all’Albo pretorio e pubblicato sul sito Internet del Comune di Viadana (www.comune.viadana.mn.it).

 Eventuali  informazioni  e  chiarimenti  potranno  essere  richiesti all’Unità Operativa Personale, Piazza Matteotti, 2 Viadana (MN), tel. 0375/786206.

Articolo 8  

Responsabile del procedimento  

Responsabile del procedimento è il Dirigente Area Affari Generali, Avv. Nadia Zanoni.

ART. 9

Norme di salvaguardia 

Il Comune di Viadana si riserva di applicare, per quanto non previsto dal presente avviso, le disposizioni normative e contrattuali vigenti in materia di reclutamento del personale. 

Viadana , 22/8/2017                                                                              

 per IL DIRIGENTE AREA AFFARI GENERALI

Ing. Giuseppe Sanfelici                                                                   

Ufficio: 
Personale